L'oceano delle letterature

L'oceano delle letterature

Contatti

L'oceano delle letterature

Home » La leggenda di Aang

La leggenda di Aang


Le origini della mia scrittura

Sono molto legata a questa trilogia, che rappresenta la prima storia più lunga di un racconto che sono riuscita a finire nonché la mia prima pubblicazione. Le origini de "La leggenda di Aang" risalgono alla Terza Media, a un venerdì sera, per la precisione. Mi è sempre piaciuto molto scrivere, ma inizialmente non riuscivo a finire nessuna narrazione. Iniziavo a descrivere un mondo e i suoi personaggi, ma poi venivo "distratta" da un'altra idea, che cominciavo a inseguire prima di incappare in qualcosa d'altro. Questo meccanismo si è ripetuto finché non sono stata trascinata dalla mia migliore amica Ilaria, quel famoso venerdì sera, al cinema per vedere un film: "L'ultimo dominatore dell'aria". Uscita dalla sala, volevo assolutamente leggere il libro. Quei personaggi avevano così tanta vita, così tanto da raccontare! Riuscivo a sentire la loro vivacità, le loro storie, immaginavo mille motivi per le loro azioni. Quando ho scoperto che, effettivamente, il libro non esisteva poiché il film era ispirato a una serie animata, ho cominciato a raccontare la storia di Aang, Katara, Sokka, Zuko e di tutti i loro compari. Fluiva spontanea, quasi naturale, e mi sono trovata ad aver scritto tutta la trilogia senza un momento di esitazione. Per la prima volta, gli altri personaggi non si mettevano in mezzo, il mondo era quello giusto.

Dopo questa esperienza fantastica, che mi ha insegnato a disciplinare la mia immaginazione, a riconoscere i personaggi che "nati vivi vogliono vivere", come direbbe Pirandello, è nata senza alcuna difficoltà la Mezzaluna. Con questo intendo proprio che appena messa la parola fine a "Libro Terzo: Fuoco" ho aperto un nuovo file e ho cominciato a scrivere il prologo di "L'ambasciatrice dei draghi".

Prima di lasciare che i libri si raccontino da sè, preciso che se volete acquistarne uno qualsiasi potete cliccare sulle copertine che vi reindirizzeranno alla libreria online del mio editore!

E ora... veniamo ad Aang!

 

"I Nomadi dell'Aria, le Tribù dell'Acqua, il Regno della Terra e la Nazione del Fuoco vivevano in armonia. Grande rispetto veniva portato ai Dominatori, coloro che avevano il dono di poter controllare un Elemento. L'unico in grado di padroneggiarli tutti e quattro era l'Avatar. Egli aveva il compito di mantenere la pace tra i popoli. Quando un Avatar moriva si reincarnava, in un ciclo continuo. Finché, cent'anni fa, l'ultimo Avatar scomparve nel nulla. Così l'equilibrio si ruppe e la Nazione del Fuoco assoggettò le altre".

Libro Primo: Acqua

Libro Primo: Acqua - L'oceano delle letterature
“Avevano viaggiato per tre giorni e tre notti, sorvolando alture, pianure, deserti e mari. L’impazienza di Aang era cresciuta man mano che si avvicinavano a casa sua. E infine erano atterrati in una radura immersa nel verde. Non c’era alcun punto di riferimento visibile a Katara e Sokka, ma il bambino aveva imboccato con sicurezza una stradina seminascosta
dai rampicanti e aveva preso il comando della spedizione. I due fratelli lo seguivano, incerti”.
 

 liberamente ispirato al cartone animato "Avatar. La leggenda di Aang" (Copyright Viacom International) e al film "L'ultimo dominatore dell'aria" (Copyright Paramount).

 

Aang si risveglia cento anni dopo il suo tempo e si trova a dover salvare il mondo. Egli è infatti l'ultimo Avatar ed è suo dovere riportare la pace, ristabilendo un equilibrio ormai distrutto. Insieme ai suoi compagni, Sokka e Katara, intraprenderà un difficile viaggio alla ricerca di un maestro che gli insegni il Dominio dell'Acqua. Lungo il suo cammino dovrà combattere contro nemici agguerriti, disposti a tutto pur di catturarlo. Si troverà ad affrontare i suoi sensi di colpa e la sua paura. Dovrà superare difficili prove per accettare il suo destino. Proverà forti gioie e grandi dolori, combatterà per la salvezza di chi ama di più e del mondo intero. Alcune amicizie sbocceranno mentre altre, inevitabilmente, lo deluderanno. Imparerà, inoltre, che non tutto è come sembra e che anche dietro a una maschera di ostilità e freddezza si può celare una persona che prova il dolore di chi ha perso tutto.

 

ISBN 978-88-89883-45-7

Formato 14 x 21 cm 

p. 288

Libro Secondo: Terra

Libro Secondo: Terra - L'oceano delle letterature

"Da una parte del palco entrò una ragazzina dell’età di Aang. Era bassa, con i capelli castani raccolti in una coda di cavallo. Il viso era pallido e ben curato. I suoi occhi erano grigio azzurri, ciechi. Indossava una tenuta verde e un mantello dello stesso colore. Con un movimento fluido lo slacciò e lo lanciò a terra, poi si voltò a fronteggiare il suo avversario".

 

Liberamente ispirato al cartone animato “Avatar. The Last Airbender” © 2007 Viacom International Inc. ™© & Copyright © 2007 by Paramount Pictures.

 

 

 Aang è l'ultimo della sua gente, i Nomadi dell'Aria, nonché l'Avatar. È, al contempo, poco più di un bambino, che si trova a dover affrontare le numerose insidie del suo incerto destino.

 Accompagnato dai suoi coraggiosi amici Sokka e Katara, intraprende un nuovo viaggio alla ricerca di un insegnante del Dominio della Terra. Nel Regno, però, le cose non vanno come sperato e le sfide si fanno via via più ardue. La battaglia contro il Signore del Fuoco si fa giorno dopo giorno più vicina e il giovane Avatar comincia a guardarsi intorno in cerca di alleati. Aang si confronta con grandi potenze del presente e del passato, ma anche con la parte più oscura di sé, che minaccia di schiacciarlo, prendendo il sopravvento sul suo animo gentile. Egli va incontro al suo fato con mirabile coraggio, senza arrendersi neanche davanti a ostacoli che paiono insormontabili. Ma potrebbe non essere la determinazione a venirgli meno, alla resa dei conti...

 

ISBN 978-88-89883-48-8

Formato 14 x 21 cm

p. 349

Libro Terzo: Fuoco

Libro Terzo: Fuoco - L'oceano delle letterature

"La pioggia lo sferzava e il vento infuriava attorno a lui, sballottandolo qua e là. La presa sul tronco si faceva sempre più precaria, le dita si aggrappavano con meno forza, il legno era reso via via più viscido dall’acqua.Le forze lo abbandonavano lentamente, tremava di freddo e sentiva la febbre divampargli dentro. Un fulmine rischiarò il cielo plumbeo, mostrando la sagoma di una nave poco distante; il bambino udì delle urla e degliordini secchi. Si chiese se l’avessero visto e si domandò se in tal caso fosse un male o un bene per lui. Non riusciva a scorgere le insegne del vascello, a causa della mancanza di luce. Un altro lampo squarciò il buio, seguito da un forte rombo di tuono. Aang urlò, ricordando il momento in cui Azula lo aveva colpito".

 

 Liberamente ispirato al cartone animato “Avatar. The Last Airbender” © 2005 Viacom International Inc. ™© & Copyright © 2005 by Paramount Pictures.

 .

Aang deve affrontare le innumerevoli responsabilità e sfide che il suo ruolo comporta. La Cometa di Sozin è giorno dopo giorno più vicina e il suo rapido avvicinarsi porta turbamento nell’animo del giovane Avatar. Egli viaggia in un Paese ostile, dove chi non gli è avverso lo teme o lo disprezza. Al suo fianco si battono i compagni di sempre, e un’inattesa amicizia gli viene offerta proprio quando deve affrontare l’arduo apprendimento del Dominio del Fuoco. I dubbi sul suo passato si addensano come nuvole tetre che incombono su di lui, pronte a rovesciargli addosso la pioggia di angoscia che è in esse racchiusa. Tra sconvolgenti rivelazioni e buie prospettive per il futuro, giunge il momento dell'avverarsi della Profezia. Riuscirà Aang a vincere la battaglia, salvando il mondo e i suoi cari, oppure sarà destinato a morire tentando? Ma, soprattutto, riuscirà a restare se stesso nel corso dello scontro?

 ISBN 978-88-89883-56-3

 formato 14 x 21 cm

p. 320